Resta in contatto

Rubriche

Amarcord: il Gonzalo furioso

Nell’ultimo precedente al Tardini il Parma già retrocesso e fallito impone il pari al Napoli scatenando la rabbia di un nervosissimo Higuain

Poteva essere una buona occasione per applaudire la sportività del Parma che, già retrocesso e fallito, aveva imposto il pari (2-2) al ben più quotato Napoli di Benitez. E, invece, il post partita dell’ultimo precedente tra le due squadre al Tardini, andato in scena il 10 maggio 2015, si trasformò in un teatrino poco edificante tra accuse, liti accese, risse sfiorate e nervosismo alle stelle.

Il più esagitato fu, senza dubbio, Gonzalo Higuain, subentrato nella ripresa, che reagì male al buffetto di Mirante e si scagliò contro di lui, colpevole assieme ai gialloblù, stando a quanto riferì il tecnico Donadoni, di essersi impegnati troppo. “Una schifezza, è veramente vergognoso -lo sfogo dell’allenatore bergamasco- quello è che è successo a fine gara è davvero spiacevole. Chi era in campo ha sentito cosa hanno detto giocatori e dirigenti del Napoli. Capisco che ognuno di noi lotta per un obiettivo e se questo stenta ad arrivare può subentrare la delusione e l’amarezza, ma andare oltre è una cosa fuoriluogo. Noi se abbiamo deciso di continuare questo campionato è per dare tutto in campo e non di regalare ogni partita“. Il Napoli in silenzio stampa si affrettò subito a chiarire che le lamentele erano dovute unicamente alle perdite di tempo ma il dubbio logicamente rimase.

Sul campo si era assistito ad una partita divertente con il Parma due volte in vantaggio, Andujar colpevole in entrambe le reti di Palladino e Jorquera, e raggiunto prima da Gabbiadini poi da Mertens nonostante uno strepitoso Mirante, nato a Castellamare di Stabia, avesse parato di tutto e di più nel corso della ripresa. Il portiere gialloblù divenne il protagonista assoluto di quel pomeriggio esibendosi in interventi prodigiosi sui vari Callejon, Gabbiadini, Hamsik e, soprattutto, Higuain che perse completamente la testa al triplice fischio. La vicenda si chiuse qualche giorno dopo con le scuse del Pipita e il chiarimento tra Bigon e Donadoni.

PARMA-NAPOLI 2-2

Marcatori: 9′ pt Palladino (P), 28′ pt Gabbiadini (N), 33′ pt Jorquera (P), 26′ st Mertens (N)

PARMA (4-5-1): Mirante; Cassani (28′ st Costa), Mendes, Feddal, Gobbi; Lila, Mauri (33′ st Ghezzal), Jorquera (25′ st Mariga), Nocerino, Varela; Palladino. A disp.: Iacobucci, Bertozzi, Lucarelli, Broh, Lodi, Haraslin, Galloppa, Coda. All.: Donadoni

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Henrique, Albiol, Koulibaly, Strinic; Inler (29′ st D.Lopez), Gargano (12′ st Higuain); Gabbiadini, Hamsik, Mertens; Zapata (6′ st Callejon). A disp.: Rafael, Colombo, Maggio, Ghoulam, Mesto, Jorginho, Britos, Insigne. All.: Benitez

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Note: Ammoniti Mendes, Lila (P) e Albiol (N)

 

 

 

2 Commenti

2
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook

Che Higuain le un cojo’

Commento da Facebook

che a momenti mi ammazzo nella “frana” della curva al nostro secondo goal… #higuainstachelom

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PARMA su Sì!Happy

Altro da Rubriche