Resta in contatto

News

Parma, provarci è d’obbligo

I crociati in emergenza, reduci da tre ko consecutivi tra le mura amiche, vogliono fermare il Napoli anche per riscattare la gara dell’andata

La Gazzetta di Parma comincia la sua analisi della vigilia ricordando che all’andata il Parma più remissivo della stagione non entrò praticamente mai in partita e il Napoli si fece un bell’allenamento. Il gap tecnico tra le due squadre non è cambiato rispetto a un girone fa, nonostante l’arrivo di Kucka, ma stavolta i crociati non potranno più permettersi di sbagliare atteggiamento.

Un eventuale ko sarebbe il quarto di fila al Tardini, dove non si vince dallo scorso 25 novembre, e peggiorerebbe la striscia record in A di Pioli, che nel 2006 si fermò a quota 3. Statistiche fini a se stesse ma che bastano a richiedere una prestazione veemente e, soprattutto, continua lungo tutto l’arco del match. Che il Parma affronterà in condizioni di totale emergenza o quasi: le assenze di Bastoni e dei due play Scozzarella e Stulac porteranno Gagliolo di nuovo in mezzo alla difesa e Kucka in cabina di regia.

Due elementi chiave che avranno il compito di contrastare il possesso palla veloce e preciso del Napoli che nel breve non concede punti di riferimento agli avversari. Ultimamente la squadra sta un po’ faticando a trovare la via del gol in campionato e la squalifica di Insigne indebolisce il reparto offensivo che può affidarsi ai freschi Ounas e Verdi oltre al trio Callejon-Milik-Mertens.  Ma, al di là del risultato, è importante per la squadra di D’Aversa rimettere in campo la determinazione e la concentrazione di qualche mese fa, indispensabili se si vuole affrontare al meglio lo sprint finale.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News