Resta in contatto

Approfondimenti

Parma e Fiorentina, il digiuno più lungo

Domenica al Tardini si affrontano le due squadre di serie A che non vincono da più tempo. I crociati non gioiscono dal 9 marzo, i viola dal 17 febbraio

Parma 13, Fiorentina 14. Questo il magro bottino raccolto nel girone di ritorno dalle due squadre che stazionerebbero in zona retrocessione, complici anche le due sole vittorie a testa ottenute nel 2019 (solo il Chievo, ultimo in classifica, ha fatto peggio). Ma nessun altro in serie A, nemmeno i clivensi corsari all’Olimpico un mese fa, attende da così tanto tempo i tre punti come loro: l’ultima gioia dei crociati è datata 9 marzo (1-0 in casa al Genoa), quella dei viola addirittura il 17 febbraio quando espugnarono, non senza polemiche, il campo della Spal (4-1 il risultato finale).

Da allora la truppa di D’Aversa ha racimolato cinque pareggi consecutivi e quattro sconfitte, i toscani di Pioli prima e Montella poi lo stesso numero di segni X, cinque, e ben sette ko, di cui gli ultimi quattro consecutivi (e i tre più recenti senza nemmeno segnare una rete). Statistiche impietose che hanno complicato non poco il cammino salvezza nonostante entrambe siano ancora padrone del proprio destino. Un pari basterebbe alla Fiorentina e forse anche al Parma, a patto però che l’Empoli non vinca sul Torino che, complice il trionfo della Lazio in Coppa Italia, ora vede l’Europa da più lontano. Meglio non fidarsi troppo dei favori altrui e concentrarsi solo su se stessi per interrompere una striscia negativa davvero poco invidiabile.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PARMA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti